Arkèo lo Spirito del Ginepro



Per Natale e le Feste di Fine anno… e dopo le immancabili “prelibatezze”.....

Abbiamo pensato a Voi creando  un Fitopreparato dalla grandi virtù terapeutiche dedicato al ginepro… arbusto delle nostre montagne e della nostra millenaria storia.

Questo Fitopreparato porta il nome di Arkéo… dovè è celato lo spirito del ginepro.

ll Ginepro in greco è chiamato “arkeuthos” dal verbo “arkéo = respingere un nemico” infatti era considerato in grado di proteggere sia dalle malattie che dagli spiriti maligni questo grazie ai suoi rami spinosi.

Altresì la sua forma e modo di diffusione si manifesta nel “ginepraio” inteso in termini simbolici anche come barriera impenetrabile o come l’insieme di difficoltà che ci possono ostacolare. Esterne ma anche interiori che ci “arrivano” dal passato o dal profondo inconscio.



Ancora agli inizi del 1900, nelle campagne emiliane si bruciava il ginepro la notte di Natale e la cenere veniva conservata come portafortuna e per eventuali riti scaramantici da officiare durante l’anno.

Secondo una superstizione, i rametti di ginepro appesi sulle porte o alle finestre tengono lontani i ladri e le streghe maligne, infatti si credeva che le streghe non resistevano alla tentazione di contare tutti gli aghi, ma essendo numerosi, perdevano il conto, finché spazientite se ne andavano.

Le bacche sono state impiegate a lungo per stimolare i poteri magici, rompere malefici, malocchi, esorcizzare, conferire potenza nell’uomo, proteggere, ecc.

Per i Romani, il ginepro era un emblema della purezza, della castità e dell’inviolabilità, pertanto ricorreva negli incantesimi relativi all’amore, alla famiglia ed ornava le spose.

Composizione del Fitopreparato Arkèo:
40 – 50 gocce in poca acqua prima dei tre pasti

Ginepro (Juniperus communis L.) gemme: 313,8 mg.,
pianta elettiva del drenaggio delle cellule epatiche. Agisce anche nell'insufficienza epatica grave con test di laboratorio molto alterati.
Il Juniperus gemmoderivato è il medicamento del fegato in stato di scompenso: insufficienza epatica conclamata, itteri, epatopatie croniche, epatopatie da farmaci, cirrosi, autointossicazione cronica, ecc. Il gemmoterapico è inoltre indicato nell'aerofagia, nel meteorismo e sembra esercitare un'azione regolatrice sul sistema neurovegetativo digestivo.
Angelica (Angelica archangelica  (L.) radice 156,9 mg.,
Tonica digestiva, stomachina, colagoga, tonica cardiaca. Adatta per distonie neurovegetative con manifestazione sull’apparato digerente e stomaco. Acidità gastrica,
insufficienza epartica, nause da “stomaco” disturbato. Agisce sull’asse sitema nervoso ortosimpatico ed apparato digerente (ottima anche in gravidanza).
Curcuma (Curcuma longa L.) rizoma: 156,9 mg.,
Epatico stimolante, epatico protettiva, coleretica, colagoga, spasmolitica,
antiossidante…utile nella prevenzione di alcune forme tumorali del fegato. Migliora la digestione in modo particolare dei grassi, riduce il colesterolo e previene i calcoli alla cistifellea. In tutte le forme di sofferenza epatica.
Tarassaco (Taraxacum officinale Web.) radice 156,9 mg..
Azione farmacologica: ipocolesterolizzante, coleretica, colagoga, diuretica.
Indicato  nelle epatopatie, colestistopatie, digestioni difficili, ritenzione dei liquidi.

Come vedete abbiamo pensato, speriamo bene al Vostro Fegato…che verrà sottoposto ad un maggiore stress… in ogni caso Voi non esagerate.

A questo fitopreparato Vi consigliamo di abbinare un prodottoper migliorare la vitalità della Vostra flora batterica intestinale: Inulina.

INULINA: è un oligosaccaride di riserva tipico delle Asteraceae (Composite), in questo caso da radice di Cicoria.
Si tratta essenzialmente di una
fibra solubile, composta da lunghe catene di fruttosio.

L'inulina viene utilizzata come fonte nutritiva dai batteri "buoni", che si riproducono neutralizzando sotto numerosi aspetti quelli patogeni, per questi motivi viene considerata un nutraceutico.
Pertanto l’inulina ha lo scopo di migliorare la sopravvivenza dei
fermenti lattici e fornire un substrato specifico alla flora batterica intestinale.
Una volta ingerita, l'inulina raggiunge inalterata l'ambiente intestinale, dove viene fermentata dalla flora intestinale, in particolare dai bifidobatteri, con la conseguente formazione di
acidi grassi a catena corta, quali acido acetico, proprionato e butirrato. Queste tre molecole espleterebbero gran parte delle proprietà biologiche dell'inulina, esercitando sia un'azione diretta, per lo più protettiva, nei confronti degli enterociti, sia un'azione sistemica di natura energetica e metabolica (azione inibitrice nei confronti dell'HMG-CoA reduttasi, enzima coinvolto nella sintesi del colesterolo).

PROPRIERA’ All'inulina vengono attualmente attribuite:
·         Attività migliorative del transito intestinale, grazie a un effetto formante massa;
·         Attività prebiotiche;
·         Attività migliorative nei confronti dell'assorbimento intestinale di minerali come il calcio e il magnesio;
·         Attività metaboliche, utili nel ridurre il rischio di ipercolesterolemia, ipertriglicerimia e iperglicemia;
·         Attività protettive nei confronti di patologie tumorali, come il calcinoma del colon;
·         Attività protettive nei confronti di microrganismi patogeni.

Come usare l'inulina   (PRE-BIOTICO)
1 misurino  sciolto con un pò d’acqua calda, due volte al giorno

Si ricorda inoltre l'effetto simbiotico nei confronti dei PROBIOTICI… pertanto assumere subito dopo

FERMET F.                Pro-biotico
1 Bustina sciolta in bocca DOPO l’assunzione di Inulina
Composizione: Lactobacillus plantarum 14D, Bifidobacterium a. lactis Bi1, Lactobacillus rhamnosus LR1, Lactobacillus acidophilus LA1), Vitamine del gruppo B(Calcio pantotenato (Vit. B5), Piridossina cloridrato (Vit. B6), Riboflavina (Vit. B2), Tiamina cloridrato (Vit. B1), Acido folico (Vit. B9), Cianocobalamina (Vit. B12)).

Questa scheda tecnica, riporta informazioni che in alcun modo non vogliono sostituire la diagnosi ed il parere del Vostro medico di fiducia.
CENTRO RICERCA PIANTE OFFICINALI VENETO <> SCUOLA DI NATUROPATIA HERMETE - SOPHIA


Commenti

Post popolari in questo blog

Allergia al Nichel Naturopatia Medicina Naturale

Tingere colorare i tessuti